Come ridurre il rischio di impresa nel settore agroalimentare

Articolo_IrideIl 2015 si è chiuso con indici che permettono di essere ottimisti. Cresce infatti il numero di nuove imprese e diminuisce quello dei fallimenti, anche se il settore agroalimentare fatica ancora a tenere il passo di questo trend positivo.

I fattori che concorrono al rischio di impresa per le attività agroalimentari sono diverse: dall’incidenza dei fattori climatici sulla produzione, alla diversificazione dei canali di vendita, fino

   all’affidabilità creditizia di partner, clienti e fornitori.

A fronte di soggetti insolventi, infatti, le imprese agroalimentari si trovano ad affrontare gravi problemi: problemi di liquidità nel caso di clienti insolventi, problemi di disponibilità di materiali nel caso di fornitori insolventi.

Tra gli strumenti nati per aiutare le aziende del settore agroalimentare c’è IRIDE, una nuova piattaforma ideata da Eurocredit, società già specializzata in sistemi di analisi del merito creditizio.

IRIDE presenta caratteristiche molto innovative, rispetto ad altre soluzioni attualmente disponibili. Permette infatti a tutte le imprese agroalimentari (dalla produzione alla distribuzione) di creare un network di informazioni, condividendo tutte le notizie utili sui cattivi pagatori. Il meccanismo è semplice: quando un imprenditore si imbatte in un’azienda che non rispetta i termini di pagamento, la segnala in forma anonima sulla piattaforma di IRIDE, in modo che la notizia sia disponibile per tutti gli altri utenti.

L’aspetto più innovativo è che IRIDE non si limita a raccogliere i dati, ma li elabora in modo avanzato. Per ogni azienda segnalata come insolvente, infatti, vengono identificati tutti i soci coinvolti e per ogni socio vengono identificate eventuali altre aziende in cui è coinvolto. In questo modo, si riduce il rischio di imbattersi per errore in aziende che apparentemente hanno un profilo creditizio positivo, ma che in realtà hanno alle spalle la cattiva affidabilità dei propri soci.

Si tratta di un’arma estremamente efficace per affrontare con maggiore consapevolezza tutte le sfide del mercato agroalimentare.